Versamento del saldo dei contributi ENPAP per l’anno 2019. Molta incertezza sulla scadenza.

Versamento del saldo dei contributi ENPAP per l’anno 2019. C’è ancora molta incertezza sulla scadenza effettiva.

Entro il prossimo 1° ottobre occorre comunicare all’ENPAP i dati reddituali relativi all’anno 2019. Tale adempimento è necessario ai fini del conteggio del saldo dei contributi previdenziali dovuti per l’anno 2019.

Sempre entro il prossimo 1° ottobre, sulla base del regolamento ENPAP, occorrerebbe procedere al versamento di quanto dovuto a titolo di saldo. Il versamento potrebbe essere effettuato anche successivamente a tale data (non oltre comunque 150 giorni dalla data del 1° ottobre), applicando una maggiorazione a titolo di interessi pari allo 0,35% mensile.

In considerazione dell’emergenza COVID-19, nei mesi scorsi il Consiglio di amministrazione dell’ENPAP ha tuttavia deliberato la proroga al prossimo 31 dicembre del versamento di quanto dovuto a titolo di saldo dei contributi per l’anno 2019.

La stessa delibera ha inoltre previsto la possibilità di optare per il versamento rateale di quanto dovuto, fino ad un massimo di 12 rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni o interessi. Le rate devono essere versate a partire dal mese di gennaio 2021.

Alla data di oggi, purtroppo, i Ministeri Vigilanti non hanno approvato la proroga deliberata dal Consiglio. Ciò rende di fatto nulla la stessa e mantiene valida, ai fini del versamento di quanto dovuto a saldo per l’anno 2019, la scadenza del 1° ottobre 2020.

Chi intendesse adempiere al versamento successivamente alla data del 1° ottobre 2020, qualora i Ministeri Vigilanti nel frattempo non approvino la proroga, potrà comunque regolarizzare la pendenza versando contestualmente ai contributi dovuti gli interessi mensili nella misura dello 0,35%. In tal caso, il versamento dovrà comunque essere effettuato entro il prossimo 27 febbraio 2021 (150 giorni dal 1° ottobre 2020).


17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti